Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.Ulteriori informazioniAccetto
Prontostampa - stampa digitale
Colpo grosso. Bande e solisti della rapina all\'italiana

Clicca per ingrandire

Colpo grosso. Bande e solisti della rapina all\'italiana

Autore: Olga Piscitelli
Editore: Zona

Prezzo: 16,00 Eur

Anno: 2005
Formato: 20 cm
Pagine: 160
Collana: L'Italia criminale
Genere: Narrativa
ISBN: 8887578877

La storia della rapina all'italiana è fatta di vicende e nomi assai noti: la "tuta blu" di via Osoppo Ugo Ciappina, "il solista del mitra" Luciano Lutring , il "compagno bandito" Pietro Cavallero, il "ladro cortese" Horst Fantazzini, "faccia d'angelo" Francis Turatello, il capo del clan dei Marsigliesi Albert Bergamelli, il "bel René" Vallanzasca, Francesco Gorla e Sebastiano Mazzeo, gli spietati mitraglieri di via Imbonati, il giustiziere rosso Cesare Battisti... O il benzinaio Francesco Cutuli, che nel 1995 a Carate Brianza freddò due rapinatori e nel 2003 fu assolto da ogni accusa, aprendo quella stagione di discussioni e polemiche che dura ancora oggi, circa i limiti della legittima difesa o il presunto diritto di ciascuno a farsi giustizia da sé. Epicentro del "fenomeno" la città di Milano e il suo hinterland: la capitale finanziaria d'Italia, nel primo e secondo dopoguerra, è stata il principale teatro dei più sanguinosi ed eclatanti episodi criminali legati al denaro, una sorta di delirio senza confini di classe, ideologici o morali, sullo sfondo di un'Italia che cambia. Ma non è tutto. C'è la "rapina del secolo" - il secolo scorso - messa a segno dal terrorista nero Valerio Viccei, a Londra nel 1987: sessanta milioni di sterline (centocinquanta miliardi di vecchie lire) in gioielli e valori, prelevati senza colpo ferire dal deposito più blindato al mondo, il Knightsbridge Safe Deposits Center dei Lloyd's. O la rapina più balorda, quella simulata nel 1997 dagli "amanti di Capriolo", paesino in provincia di Bergamo, per coprire con gratuita violenza una storia di sesso. Fu una rapina maldestra a incastrare, in quello stesso periodo a Milano, Gaspare Zinnanti, serial killer che aveva "purificato dall'empietà" tre poveri cristi a colpi di martello. C'è poi chi dall'assalto a mano armata è diventato un regista di successo, come José Giovanni. O chi, grazie al genio di Laurie Anderson, è evaso virtualmente dal carcere grazie a una installazione multimediale, come Santino Stefanini. In COLPO GROSSO - documentato come un'inchiesta, appassionante come un poliziesco, tragico come un noir - Olga Piscitelli, giornalista milanese di nera, racconta la storia delle rapine e dei rapinatori più famosi dell'ultimo mezzo secolo. E, tra le righe di vicende più e meno conosciute, proprio mentre nel nostro Paese le rapine tornano in preoccupante aumento, ci offre una serie di dati allarmanti: sono i numeri dell'impunità, di centinaia di crimini e delitti che restano senza un colpevole. A volte senza neanche un perché. L'INDICE DEI CAPITOLI Mimmo Gargano, l'ultimo romantico Anni '90. Rapine in banca con ostaggi: una cronologia Ugo Ciappina e le Tute blu Luciano Lutring, il solista del mitra Pietro Cavallero, il compagno bandito "Mi sun dei quei che parlen no" Horst Fantazzini: era quasi fatta Francis Turatello, Faccia d'angelo La rapina al Transatlantico: Cesare Battisti e l'omicidio Torreggiani Milano 1978: cento giorni, dodici morti per rapina Albert Bergamelli e i Marsigliesi Renato Vallanzasca, bandito galante e ragioniere dell'evasione Valerio Viccei, il play boy dei Nar e la rapina del secolo La fine del mito La mistificazione e l'allarme sociale: gli amanti di Capriolo La rapina che incastra il serial killer: Gaspare Zinnanti Bonnie and Clyde all'italiana: Sara Mascitelli e Pierluigi Piras Il commando di via Imbonati Assalti ai furgoni portavalori. I casi più sanguinosi Disperati e vittime: la banda di viale Padova Il caso Cutuli: giustiziere o vittima? Le rapine di tutti i giorni: assalto ai treni Il "bisonte" malato Furti e rapine non puniti: i dati Rapinatori e poliziotti raccontati al cinema Lo strano casi di José Giovanni: da rapinatore a cineasta di successo Rapine e arte: Laurie Anderson e Santino Stefanini Bibliografia

Questo prodotto è stato aggiunto al nostro catalogo il Monday 08 October, 2012.
Indietro Recensioni Aggiungi al carrello
Novità
Recensioni
I Love Books è un marchio di C.N.S. srl - Viale Cavour n.1 - 24047 - Treviglio (BG) - P.IVA 07980410968